Presentazione del progetto S-Confini

S-CONFINI MEDITERRANEI

 

Nell’autunno 2007 Carlo de Pirro lanciò un'affascinante proposta (per la prima volta nel Veneto). Quella di provare a far dialogare un gruppo di musica popolare (Calicanto) con un'orchestra classica (Filarmonia Veneta). Il progetto trovò l'entusiasmo di tutti i partecipanti, il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di PD e RO e  per vari mesi si lavorò  con passione al programma, arrangiamenti, scaletta, orchestrazione.

Purtroppo con la malattia e la successiva scomparsa di Carlo il progetto, che doveva debuttare nell'estate-autunno 2008, ha avuto una battuta d'arresto. Con l'aggravarsi della malattia, Carlo aveva chiesto di continuare ugualmente il progetto senza di lui, caldeggiando al suo posto il compositore Gian-Luca Baldi in qualità di coordinatore, orchestratore e rielaboratore dei brani. Con Baldi da allora si è ripartiti da zero, essendo gli abbozzi lasciati da De Pirro poco più che pochi appunti.

Contenuti
Il programma musicale rielabora per strumenti della tradizione popolare veneta (piva, organetto, ocarina, mandola, percussioni, foglia d' edera, etc) e orchestra classica, un repertorio di ambiente lagunare, del delta del Po e istro-dalmata, tratto dai 27 anni di attività e dai 14 cd pubblicati da CALICANTO a cui si uniscono nuovi brani composti per l'occasione. Il programma si sviluppa in 3 quadri legati dalla voce recitante di Susanna Visentin (con testi tratti dalle opere di Pessoa, Rigoni Stern, Baudelaire...). Oltre ai sei storici musicisti di Calicanto ed ai musicisti dell'Orchestra Filarmonia Veneta partecipano al progetto: Elettra De Pirro (figlia di Carlo) e Alessandro Tombesi alle arpe, Susanna Visentin voce recitante, 3 coriste e Bruno Dona' alla foglia d'edera